Zooming

Un'altro problema relativo alla visualizzazione delle immagini digitali è legato alla risoluzione. Mentre molte fotocamere attualmente in commercio sono in grado di acquisire immagini con dimensioni elevate (anche 12 megapixel), generalmente i sensori di dispositivi quali telefoni cellulari o PDA presentano vincoli di costo più restrittivi e la risoluzione è decisamente inferiore.

A livello scientifico si stanno studiando alcune procedure di interpolazione spaziale per migliorare la qualità dell'immagine e permettere anche la visione dei dettagli. Le tecniche per l'aumento della risoluzione vengono comunemente indicate col nome di zooming oppure image magnification. Esse sono solitamente basate su interpolazione bilineare, interpolazione bicubica oppure filtraggio mediante splines. Tuttavia questi approcci, per quanto efficaci nelle zone più omogenee, producono effetti particolarmente visibili di smoothing nei bordi delle diverse regioni dell'immagine. Di conseguenza in letteratura scientifica sono stati analizzati diversi algoritmi adattivi in grado di fornire una buona qualità anche nei dettagli dell'immagine. Alcuni di essi, per esempio, si basano sulla statistica locale dell'immagine oppure su alcune proprietà delle trasformazioni wavelet.